Piano nazionale per le città: il vademecum dell'Anci


10 settembre 2012

Il decreto 3 agosto 2012, recante l'istituzione della Cabina di regia per l'attuazione del Piano Nazionale per le Città di cui all'art. 12 del Decreto legge 83/2012 e la regolamentazione della procedura che porterà alla sottoscrizione dei Contratti di valorizzazione urbana, ha attribuito all'Anci (Associazione nazionale comuni italiani) l'istruttoria preliminare delle proposte che verranno presentate dai Comuni entro il prossimo 5 ottobre (vedi ''Piano nazionale per le città'' del 27 agosto 2012).
In virtù di questo ruolo ''istituzionale'' attribuitogli e per fornire un supporto operativo ai comuni interessati, l'Anci ha elaborato un vademecum per la presentazione delle Proposte così da facilitare anche il compito di analisi e classificazione delle stesse da parte della Cabina di Regia.
Nell'ambito del documento si sottolinea il ruolo fondamentale della Relazione sintetica prevista dall'art. 4, comma 2, lettera c) del DM 3 agosto 2012, all'interno della quale dovrà essere data particolare attenzione ad alcuni aspetti che potranno costituire fattori premiali per la selezione da parte della Cabina di regia, quali la descrizione del contesto, le caratteristiche e l'ambito urbano oggetto di trasformazione, la descrizione della proposta, la concorrenza con gli obiettivi del piano, la cantierabilità degli interventi.
Notevole importanza rivestirà anche il Piano finanziario ed economico della proposta con l'indicazione dei costi e tempi degli interventi e delle risorse finanziarie disponibili e ancora da reperire, nonchè la fattibilità amministrativa della stessa.
In allegato il Vademecum dell'Anci per la presentazione delle proposte di Contratti di valorizzazione urbana

DOCUMENTI